Translate

mercoledì 31 maggio 2017

riserva dello zingaro..

Stavo pensando che l'estate si avvicina e si comincia a pensare alle vacanze ecco perché ho deciso di condividere con voi questo post, su un posto che ho visitato nell'agosto del 2016 quando con il mio compagno siamo andati in vacanza in Sicilia, la prima cosa che abbiamo chiesto alla signora che ci ha affittato casa è stato quali sono i posti da visitare , uno dei tanti è stato questo.."La Riserva Dello Zingaro " buona lettura.. era precisamente il 17 agosto quando abbiamo deciso di visitare questo posto,ora vi racconto come è andata: siamo arrivati verso le 10 e dato che il parcheggio libero era già pieno abbiamo usufruito d quello a pagamento (5,00 euro) il personale alla postazione biglietti era molto gentile, il costo a persona era di 5,00 euro (penso ridotto x i bambini ma non ne sono sicura) (piccola premessa il giorno prima al mare , parlando con persone del posto mi avevano detto che avremmo dovuto camminare un pò ma che comunque saremmo rimasti soddisfatti, poi capirete perchè ho scritto d questa premessa) fatto il biglietto noto una scritta che diceva di indossare scarpe e abbigliamento comodo (io avevo le infradito e un normale abbigliamento da giornata di mare con tanto d borsa mare )e di munirsi di acqua , lì per li sono rimasta un pò sorpresa da questa scritta ma ormai non ci potevo fare nulla... arriviamo all'entrata e c'è una bellissima grotta già da li si capisce che il posto è suggestivo...
passata la grotta comincio a capire il perchè delle scarpe comode...
mi ritrovo una "strada" dissestata fatta di discese e salite con sentieri rocciosi (ed io con le infradito pensavo a quei signori che m potevano benissimo avvisare) in alcuni punti il sentiero era "riparato" da alcune staccionate
in altre era lasciato all'avventura e io che non amo le altezze alcune volte guardavo giù e dicevo tra me e me "ma chi me lo ha fatto fare" anche perchè se sarebbe successo qualcosa li non c è nulla e non c e qualcuno che possa soccorrerti, ci sono solo alcuni musei. comunque continuiamo questa camminata (fortunatamente il tempo non era dei migliori e ogni tanto arrivavano gocce di acqua fresca) la nostra entrata è stata da Scopello (è possibile entrare anche da San vito e dicono che il percorso è più facile poichè la prima caletta è molto più vicina e quindi facile arrivarci) e la prima caletta era distante circa un km , ma era strapiena di gente che non ci siamo neppure azzardati a scendere così abbiamo proseguito x almeno altri 40 minuti (stesso tempo x arrivare alla terza,le altre erano più vicine tra loro. man mano che andavamo avanti il percorso si faceva sempre più ripido (ma la colpa è stata non essere attrezzata) dopo tanta fatica siamo arrivati e ci siamo fermati alla caletta dell'uzzo, (penso fosse la penultima) il mare era cristallino, i pesci arrivavano fino alla riva , ma la pausa pranzo è stata un incubo, le api ti stavano addosso. penso che x chi ami le escursioni , chi ama vivere il mare al 100% questo è il posto adatto ma chi non ama questo genere d cose è meglio che lo eviti, ci sono posti altrettanto belli senza tutta questa fatica. forse se fossi partita più attrezzata l'avrei vissuta diversamente , ma allo stato di come sono andate le cose posso dire che sono contenta di averlo fatto , di aver visitato quei posti ma non ci tornerei di sicuro!!!! ma se amate l'avventura e siete un minimo allenati andateci mi scuso ma ho dovuto postare delle foto prese del web perchè le mie non sono sul pc che sto usando, qualcuno di voi ci è mai stato? vi lascio con qualche foto di quello che troverete se avrete il "coraggio" di fare questo percorso.. spero di esservi stata di aiuto!!!
queste sono le indicazioni delle diverse calette

Petali di sapone 😍

Buona sera 🌃 giornata finita e ora un po' di relax davanti alla tv.  Approfitto per farvi conoscere un mio nuovo acquisto, guardate c...